Alano cuccioli o adulti

Alano cuccioli e adulti

 

TagliaPesoMisureCarattere
Grande32/39 kg56/59 cmBuono

Cosa c’è dietro ad un cucciolo di alano

Cenni storici: gli antenati immediati dell’ Alano sono l’antico “Bullenbeisser ” e grandi maschi utilizzati per la caccia, in particolare al cinghiale, cani di taglia e conformazione intermedie tra un possente mastino di tipo inglese ed un levriero elastico e rapido.

Sotto la denominazione di dogo si comprendeva inizialmente un grande cane potente che non doveva obbligatoriamente appartenere ad una razza definita. Più tardi il nome di “Dogo di Ulm “, “dogo inglese “, “dogo danese “, “Hatzrüde ” ( grandi maschi per la caccia di corsa), “Saupacker (cane veltro) ” e ” grande dogo ” hanno designato differenti tipi di questi cani che si distinguevano per il colore del manto e la grande taglia.

Nel 1878, a Berlino, un comitato di sette allevatori e giudici competenti, sotto la presidenza del dottor Bodinus prese la decisione di denominare tutte le varietà di cui sopra come “Dogue tedesco “.

Fu così posta la base per l’allevamento di una nuova razza di cani tedeschi originali. Dal 1888 la razza fu consegnata al “Deutscher Doggen Club 1888 e.V.” che, nel passare degli anni ha modificato lo standard a più riprese. Forme e contenuti attuali corrispondono allo standard proposto dalla FCI.

Lista degli argomenti

Add a header to begin generating the table of contents

Origine: Germania

Utilizzo: cane per accompagnamento, guardia e protezione

Classificazione CI

Gruppo 2 : cani di tipo Pinscher e Schnauzer, Molossoidi e cani da montagna e bovari svizzeri.

Sezione 2.1 : Molossoidi, tipo dogue

Senza prova di lavoro

Alano foto

foto di un alano adulto in piedifoto di un alano adulto sdraiatofoto di alano dal pelo cortofoto di alano cucciolo dal pelo corto

Carattere e temperamento dell’alano

L’alano e i bambini possono convivere visto la taglia grande del cane?

Assolutamente si visto che l’alano ha un carattere docile ed è di buona natura, affettuoso e attaccato i suoi padroni, soprattutto i bambini; riservato verso gli estranei.

Si ricerca un cane da accompagnamento e da famiglia senza paura e sicuro di sé, docile, precettivo, senza aggressività e con soglia di reazione elevata.

Descrizione generale dell’alano cucciolo o adulto

per il suo aspetto l’ Alano unisce fierezza, forze ed eleganza in un insieme pieno di nobiltà. È grande , potente e di costituzione armoniosa.

Per la sua sostanza alleata alla sua nobiltà, per l’armonia del suo aspetto, per la sua silhouette ben proporzionata e per la testa particolarmente espressiva, da a chi lo contempla l’impressione di vedere una statua piena di nobiltà.

Caratteristiche e proporzioni

Il corpo, specialmente quello dei maschi, si iscrive in un quadrato. La lunghezza del tronco ( misurata dalla punta della spalla alla punta della natica) non deve superare, nei maschi, di più del 5% l’altezza al garrese e nelle femmine di più del 10%

Testa e regione craniale

 

Cranio: 

armoniosamente proporzionato nell’insieme, allungato, stretto, con linee nette, molto espressivo, delicatamente cesellato ( soprattutto al di sotto degli occhi); le arcate sopracciliari sono bene sviluppate, senza tuttavia essere sporgenti. La distanza dall’estremità del tartufo allo stop deve per quanto possibile corrispondere a quella dallo stop alla protuberanza occipitale, che è poco marcata. Le linee superiore del cranio e della canna nasale devono essere parallele. Di fronte, la testa deve sembrare stretta, canne nasali più larghe possibile e i muscoli delle guance appena accennati, mai marcatamente rilevati.

Stop: nettamente pronunciato

Regione facciale

Tartufo: 

ben sviluppato, più largo che rotondo, con narici bene aperte. Le narici devono essere nere, con eccezione dei cani arlecchino, nei quali il tartufo nero è ricercato ma è ammesso a un tartufo chiaro.

Muso: 

alto, rettangolare per quanto possibile. Commessure labiali ben visibili. Pigmentazione scura delle labbra. Nei cani arlecchino sono ammesse labbra incompletamente pigmentate o di colore chiaro.

Mascelle/denti: 

mascelle ben sviluppate, larghe. Dentatura robusta, sana e completa con chiusura a forbice ( 42 denti secondo la formula dentaria).

Occhi: 

di grandezza media, rotondi, il più scuro possibile, con espressione vivace e intelligente. Nei cane blu sono ammessi gli occhi un pò più chiari. Nei cani arlecchino sono ammessi occhi chiari di colore differente. Le palpebre sposano bene la forma del globo oculare.

Orecchie:

attaccate alte, cadenti di natura, di grandezza media, bordo anteriore accostato alla guancia.

Altri dettagli sull’Alano

COLLO:

lungo, asciutto, molto muscoloso. Dal suo attacco ben sviluppato, si affina leggermente verso la testa; offrono un profilo molto fulvo nella regione della nuca. Portamento rialzato, leggermente inclinato in avanti.

CORPO

Garrese:

la parte più rialzata del tronco potente. È formato dalla cresta superiore della scapola che supera le apofisi spinoso delle vertebre.

Dorso:

corto e ben teso, pressoché rettilineo, molto leggermente obliquo all’indietro.

Regione lombare:

leggermente incurvata, larga, molto muscolosa.

Groppa:

larga, molto muscolosa dal sacro all’attaccatura della coda leggermente inclinata e si fonde senza soluzione di continuità con l’attacco della coda.

Petto:

Scende fino a livello delle costole. Costole ben cinturate che si estendono lontano l’indietro. Gabbia toracica di buona larghezza con pettorina pronunciata.

Linea inferiore:

ventre ben rilevato verso l’indietro, forma una graziosa curva che prolunga la linea inferiore del petto.

Coda:

raggiunge il garretto. Attaccata alta e larga, si assottiglia progressivamente verso l’estremità; in riposo, pende in posizione naturalmente distesa; in azione o quando il cane è eccitato, si ricurva leggermente a sciabola, ma senza superare in modo sensibile l’altezza del dorso. La coda a spazzola non è ricercata.

Arti interiori

Spalla:

molto muscolosa. Scapola lunga e obliqua, che forma un angolo con il braccio da 100 a 110 gradi.

Braccio: robusto muscoloso, deve applicato al torace; dovrebbe essere un poco più lungo della scapola.

Gomito:

non girato né all’interno e all’esterno.

Avambraccio:

robusto, muscoloso, perfettamente in appiombo di faccia e di profilo.

Carpo:

robusto, fermo, è una struttura che non si distingue essenzialmente da quella dell’avambraccio.

Metacarpo:

robusto, visto di faccia in appiombo, visto di profilo leggermente obliquo in avanti.

Piedi anteriori:

rotondi, dita fortemente ricurve e ben serrate (piede di gatto); unghie corte, resistenti, il più scure possibile

Arti posteriori

tutta l’ossatura è coperta da muscoli possenti che fanno sembrare il dorso, le anche e le cosce larghe e arrotondate. Visti da dietro, i posteriori, robusti e dotati di buona angolazione, sono paralleli agli arti anteriori.

Coscia:

lunga, larga, molto muscolosa.

Grassella:

Solida, situata pressoché sulla verticale dell’anca.

Gamba: lunga, all’incirca come la coscia, molto muscolosa.

Garretto:

solido, fermo, non diretto né all’interno né in fuori.

Piedi posteriori:

rotondi, dita fortemente ricurve e ben serrate (piede di gatto); unghie corte, resistenti, il più scure possibile

Andature

armoniose, coprono ben il terreno, leggermente elastiche; visti da davanti e dietro, gli arti si muovono parallelamente al piano mediano del corpo.

Adulti e cuccioli di alano dal pelo corto o lungo

Pelle

bene applicata e tesa; bene pigmentata nei soggetti monocolore. Nei cani arlecchino, la ripartizione del pigmento corrisponde essenzialmente a quella delle macchie.

Manto

Alano pelo corto

molto corto e fitto, liscio e ben disteso, lucente.

Colore dell’alano

Il Dogue tedesco è allevato in tre varietà di colori indipendenti: fulvo e striato, nero e arlecchino, blu.

Cane  alano fulvo:

manto che va da giallo o chiaro a giallo o intenso; è ricercata la maschera nera; non desiderabili piccole macchie bianche sul petto e piedi.

Alano striato

Colore di fondo che va da giallo o chiaro a giallo o intenso, con striature nere il più regolari possibile e nettamente disegnate che seguono la direzione delle costole; ricercata la maschera nera;non desiderabili piccole macchie bianche sul petto e piede.ù

Alano arlecchino

(Bianco a strisce nere, già chiamato dogo tigrato): Colore di fondo bianco per quanto possibile senza la minima macchiettatura, con macchie nero lacca dal contorno frastagliato, di dimensioni varie, ben ripartite su tutta la superficie del corpo. Non desiderabili macchie parzialmente grigie o brunastre.

Alano nero

Nero lacca, sono ammesse macchie. Fanno parte di questa varietà di colore i cani con il mantello, nei quali il nero copre il tronco come un mantello mentre il muso, il collo, il petto, il ventre, gli arti e l’estremità della coda possono essere bianchi.

Cane blu: Manto blu acciaio puro; ammesse macchie bianche sul petto e piedi.

Taglie e misure dell’alano

Altezza al garrese

Maschi : almeno 80 cm

Femmine : almeno 72 cm