Come viaggiare con il cane in treno, in aereo o in nave: i nostri consigli

Nel post di oggi ti spieghiamo come viaggiare con il cane nelle varie circostanze e con vari mezzi di trasporto.

Nel post di oggi ti spieghiamo come viaggiare con il cane nelle varie circostanze e con vari mezzi di trasporto.

Amore, tesoruccio, monello….chi di noi non ha mai usato nomignoli o vezzeggiativi simpatici per mostrare il proprio affetto al suo amico peloso? 

Ad esempio quando ci è corso incontro scodinzolando sull’uscio della porta per salutarci, o quando ha distrutto per l’ennesima volta la nostra pantofola preferita? Non c’è dubbio che è stato amore a prima vista….

Ed è così che i nostri cuccioli, piano piano, zampa dopo zampa, sono entrati a far parte della nostra famiglia…..

Ecco perchè molti non riescono a privarsi del loro affetto neanche per una breve vacanza.

A venire loro incontro, sono ormai numerose strutture di accoglienza, che si tratti di alberghi, B&B, case vacanza o residence, quasi tutti si sono adeguati alle nuove e mutevoli esigenze dei loro clienti.

Anche molte regioni, hanno regolamentato l’ingresso dei cani nelle strutture balneari, DOG BEACH, adibendo, in alcuni casi, spazi appositi e zone recintate dove il cucciolo non solo può correre e giocare, ma ha sempre a disposizione la sua bella ciotola d’acqua.

Viaggiare con il cane e giungere alla meta rispettando le norme

Come è logico aspettarsi, esistono norme diverse da seguire per viaggiare con il tuo amico a 4 zampe dettate, non solo dal mezzo che vogliamo utilizzare per spostarci (auto, treno, aereo, nave etc), ma anche dalla destinazione che desideriamo raggiungere (Italia o estero).

Innanzitutto è bene ricordare che è fatto d’obbligo per tutti i padroni di animali, provvedere a far microchippare e, di conseguenza registrare,il proprio cucciolo all’Anagrafe Canina di residenza, che, dopo aver ricevuto conferma da parte dell’ASL di competenza, rilascerà un vero e proprio documento di identificazione che, non solo riporterà ai dati del proprietario, ma sarà indispensabile per fare un viaggio con il nostro amico peloso.

Sempre avvalendosi dell’Anagrafe canina, potremmo ottenere un altro importante documento che ci permette di viaggiare con il cane, il passaporto canino, valido anche per l’espatrio.

Viaggio con il cane

In auto

Il codice della strada CdS art. 169, prevede una serie di norme a cui attenersi per il trasporto degli animali, atte soprattutto ad evitare che il nostro amico peloso non rappresenti una distrazione e, di conseguenza, andare in vacanza con il cane non diventi un pericolo sia per noi, in qualità di conducenti, che per gli altri automobilisti. Il non adeguamento a tali norme comporterà sanzioni variabili dai 78€ ai 311€.

Le misure prevedono:

  1.  l’uso di cinture di sicurezza speciali, ovvero collari o guinzagli che si dovranno agganciare agli attacchi delle cinture posteriori, adattabili sia a cani di piccola che di media taglia.
  2. l’uso di appositi trasportini, adatti soprattutto a cani di piccola taglia, o di gabbie, quest’ultime agevolano il viaggio con il nostro cane in quanto, essendo in parte aperte permettono di  soffrire molto meno il caldo e inoltre, avendo una visione esterna maggiore, hanno il vantaggio di mantenere più tranquillo il passeggero
  3. l’uso di reti divisorie che dovranno essere omologate c/o la motorizzazione

E’ importante ricordare, quando viaggiamo in auto, che i nostri piccoli amici hanno necessità di sgranchire le zampe ogni 2 ore c.a.

Viaggiare con il cane in treno

Buone notizie per coloro che viaggiano con un cane di piccola taglia, ovvero con peso inferiore ai 10 kg, perchè entrambe le compagnie ferroviarie battenti bandiera italiana, Trenitalia e Italo, permettono ai nostri beniamini di viaggiare a titolo gratuito, purché posti in un trasportino e provvisti dei documenti necessari di cui sopra.

Saranno i benvenuti, solo su prenotazione, anche i cani di media e grossa taglia, con peso superiore ai 10 kg, a patto che stiano sempre al guinzaglio e, solo per l’entrata e l’uscita dal vagone treno, provvisti di museruola, insieme ai documenti per il viaggio.

I cani guida sono sempre ammessi gratuitamente.
Le metodiche di prenotazione sono semplici per entrambe le compagnie, Italo preferisce si utilizzi il suo canale di Contact Center, mentre Trenitalia mette a disposizione anche la sua piattaforma web.

Viaggiare con cani di piccola taglia

Buone notizie per coloro che viaggiano con un cane di piccola taglia, ovvero con peso inferiore ai 10 kg, perchè entrambe le compagnie ferroviarie battenti bandiera italiana, Trenitalia e Italo, permettono ai nostri beniamini di viaggiare a titolo gratuito, purché posti in un trasportino e provvisti dei documenti necessari di cui sopra.

Con cani di taglia grande

Saranno i benvenuti, solo su prenotazione, anche i cani di media e grossa taglia, con peso superiore ai 10 kg, a patto che stiano sempre al guinzaglio e, solo per l’entrata e l’uscita dal vagone treno, provvisti di museruola, insieme ai documenti per il viaggio.

I cani guida sono sempre ammessi gratuitamente.

Le metodiche di prenotazione sono semplici per entrambe le compagnie, Italo preferisce si utilizzi il suo canale di Contact Center, mentre Trenitalia mette a disposizione anche la sua piattaforma web.

Viaggiare con il cane in aero

Qui entriamo in un ambito piuttosto complesso.

Per viaggiare con il nostro cane dobbiamo infatti tenere presente che ogni compagnia adotta misure più o meno restrittive.

Prima di programmare un viaggio é quindi necessario verificare attentamente, sul sito della compagnia prescelta, quali siano le politiche aziendali adottate in merito.

Ad esempio Alitalia, Meridiana, solo per citarne alcune, consentono il viaggio in cabina solo ai cani di peso inferiore ai 10 kg, se superiore è possibile caricarli in stiva.

Per altre ancora, come Air France, Volotea, Iberia invece, il peso del cucciolo non deve superare gli 8 kg….

Insomma, provare per prenotare

Viaggiare con il cane in nave

Sicuramente viaggiare con il cane in nave, trasmette un senso di maggior libertà, ma anche qui esistono apposite aree che consentono il movimento, sempre con il guinzaglio a portata di mano e la museruola.

Per la traversata notturna solitamente, viene messa a disposizione una determinata zona della nave dove sono disposte diverse gabbie, di dimensioni generose, per far trascorrere la notte al nostro cagnolino.

Infine, se nonostante tutto, per motivi che esulano dalla vostra volontà, doveste lasciare a casa i vostri compagni di avventura, ricordatevi che esistono persone capaci o veri e propri professionisti disposti a prendersi cura di loro, che potete contattare su siti appositi verificando sempre le referenze…