Come toelettare un Maltese

Come toelettare un Maltese

Vuoi imparare ad occuparti della toelettatura del tuo Maltese? Desideri prenderti cura del suo pelo senza doverlo portare ogni volta da un toelettatore professionista? Allora sei finito nel posto giusto! In questo articolo vogliamo spiegarti quali sono i passaggi da seguire per mantenere il mantello del tuo cagnolino morbido, pulito e soprattutto, senza nodi! Con una buona dose di pazienza e di costanza, siamo certi che anche tu imparerai ad occuparti della pulizia del tuo piccolo amico a 4 zampe! Sei pronto per iniziare? Allora mettiti comodo e scopri come toelettare un Maltese in poche semplici mosse!

Foto di maltese

Come toelettare un Maltese: gli accessori

La toelettatura del Maltese è un’operazione indispensabile per mantenere il suo pelo morbido, liscio e privo di grovigli fastidiosi. È risaputo infatti che questa razza canina è dotata di un pelo lungo e candido, che necessita di maggiori attenzioni rispetto ad altre razze. Una corretta toelettatura permette di eliminare i nodi e di evitare che se ne formino di nuovi.

È importante sapere che il Maltese non deve essere toelettato per semplici ragioni estetiche, ma soprattutto per il suo benessere e la sua salute. Eseguendo una toelettatura regolare e accurata, potrai mantenere il tuo cagnolino in forma e proteggerlo da infezioni e parassiti pericoli!

Hai già provato la nostra bacheca annunci gratuita? Metti un annuncio gratuito nella nostra bacheca cliccando qui.

Anche se non sei un toelettatore professionista, puoi comunque imparare a prenderti cura del suo meraviglioso mantello. Per prima cosa, devi assicurarti di avere a disposizione gli accessori giusti.

Ecco quali sono gli strumenti indispensabili per una toelettatura maltese impeccabile:

  • Un pettine a denti larghi
  • Un pettine a denti stretti
  • Una spazzola Pin-brush
  • Uno spray sciogli-nodi
  • Un cardatore curvo
  • Forbici piccole per lavori di precisione
  • Un taglia unghie
  • Un balsamo sciogli-nodi per cani
  • Uno shampoo di alta qualità per cani
  • Una vaschetta
  • Una spugna grande e morbida
  • Asciugamani grandi

Ora che hai preparato tutto ciò che ti serve sul tuo tavolo da toelettatura, puoi finalmente metterti all’opera!

Toelettatura cani maltesi: come sciogliere i nodi

Immagine di come toelettare un maltese

L’aspetto principale della toelettatura cane maltese consiste nella spazzolatura del suo mantello. Per evitare che si formino nodi e grovigli nel pelo, è necessario spazzolare quotidianamente il cane. In particolare, occorre prestare attenzione alle lunghezze e alle punte, zone dove il pelo si aggroviglia più facilmente. Inoltre, per prevenire i nodi, è importante asciugare accuratamente il mantello dopo il bagnetto.

Per iniziare, ti suggeriamo di applicare sul pelo del cane uno spray sciogli-nodi, che aiuta a rinforzare il manto e a facilitare la successiva spazzolatura. Dopo averlo spruzzato su tutto il pelo, lascialo agire per qualche minuto e poi utilizza un cardatore curvo per eliminare ogni singolo nodo. Nel farlo, ricordati di usarlo con delicatezza, eseguendo dei piccoli movimenti che vanno dall’interno verso l’interno. Durante questo passaggio, è importante non “grattare” direttamente sulla pelle dell’animale, in quanto potresti graffiarlo e fargli male. Sulle zone più sensibili come la coda e le zampe, è meglio utilizzare un semplice pettine per evitare di graffiare la pelle circostante.

Hai già provato la nostra bacheca annunci gratuita? Metti un annuncio gratuito nella nostra bacheca cliccando qui.

Dopo aver eliminato tutti i nodi, puoi procedere con la spazzolatura vera e propria. Questo passaggio prevede l’utilizzo della spazzola Pin Brush, uno strumento perfetto per i cani di razza Maltese. Puoi passare la spazzola con delicatezza su tutto il corpo, compresa la coda e la pancia. Se in alcune zone trovi dei nodi, riprendi in mano il pettine o il cardatore curvo ed elimina i nodi rimasti. Una volta che il pelo è pettinato, morbido e privo di grovigli, puoi finalmente passare al lavaggio!

Toeletta Maltese: il bagnetto

Dopo aver sciolto con fatica tutti i nodi, finalmente è arrivato il momento del bagnetto! Per prima cosa, occorre riempire una vaschetta con dell’acqua tiepida. In seguito, diluisci una piccola quantità di shampoo per cani all’interno di una brocca d’acqua (circa 2 litri). Dopo aver sciacquato abbondantemente il cane, puoi applicare lo shampoo sul pelo, evitando di eseguire dei movimenti circolari che andrebbero a formare nuovi nodi.

Per massaggiarlo, utilizza una spugna morbida imbevuta di acqua e shampoo. Passala dolcemente su tutto il corpo del cane, evitando di bagnare gli occhi e l’interno dei padiglioni auricolari. In seguito, procedi con l’applicazione del balsamo, un prodotto fondamentale per ammorbidire il pelo e prevenire la formazione di nodi. Il balsamo deve rimanere in posa per almeno 5 minuti, in modo da rinforzare al massimo tutto il mantello.

Una volta terminato il tempo di posa, puoi risciacquare bene il pelo del cane e lasciarlo scrollare da solo l’acqua in eccesso.

Hai già provato la nostra bacheca annunci gratuita? Metti un annuncio gratuito nella nostra bacheca cliccando qui.

Come toelettare un Maltese: l’asciugatura

Infine, avvolgilo all’interno di un asciugamano grande e tampona il pelo per eliminare tutta l’acqua possibile. Un’asciugatura corretta richiede l’uso del phon, che deve essere puntato sempre in direzione del pelo. Per evitare di scottare la pelle del cane, ti consigliamo di asciugare il pelo impostando la potenza media e una temperatura non troppo elevata. Durante gli ultimi minuti, prendi la tua spazzola Pin Brush e pettina delicatamente il pelo mentre lo asciughi. A fine asciugatura, il pelo del tuo maltese sarà così candido e soffice che nn potrai fare a meno di riempirlo di coccole!

Come tosare un Maltese

Foto di donna che toeletta un maltese

Foto Maltese tosatura

Molti si chiedono se sia necessario eseguire una regolare tosatura del Maltese. Forse anche tu hai cercato su Google articoli che spiegassero “come tosare un cane maltese” o come effettuare un “taglio pelo cane maltese”. Dopo aver letto opinioni contrastanti sull’argomento, hai ancora più confusione in testa e non sai se devi tosare oppure no il tuo cagnolino.

Molte persone credono che la tosatura maltese sia necessaria per aiutare il cane a sopportare il caldo estivo. Altri ancora tagliano il pelo del proprio cagnolino perché pensano che un maltese tosato abbia un aspetto più grazioso.

In realtà, accorciare o tagliare il pelo del cane può avere delle ripercussioni negative sulla sua salute e il suo benessere generale. Il manto del Maltese svolge l’importante funzione di proteggerlo dagli agenti atmosferici e di mantenere la sua temperatura corporea costante. Se il pelo viene rasato, i raggi solari penetrano più facilmente, provocando un surriscaldamento della cute ed esponendo il cane al rischio di potenziali scottature. Quindi, la tosatura del pelo non è affatto necessaria, ma nella maggior parte dei casi si rivela una fonte di grande disagio per i cani a pelo lungo.

Come toelettare un Maltese: quando tosare il pelo

La tosatura del cane si rivela necessaria solo nei casi estremi in cui l’animale è gravemente infestato dai parassiti o ha un pelo infeltrito pieno di nodi e di grovigli.

In tutti gli altri casi il nostro consiglio è quello di non tosare mai il pelo del Maltese, ma di prendersene cura regolarmente attraverso una spazzolatura quotidiana e un lavaggio accurato (ogni 15 giorni circa).

Che dire invece se tuo Maltese è particolarmente sensibile e non sopporta i bagnetti? In questo caso ti suggeriamo di regalargli una toelettatura presso un centro specializzato. Qui il tuo cucciolo verrà pulito e pettinato da dei veri professionisti, che sapranno eseguire una toelettatura impeccabile, garantendogli il massimo relax!

Con il tempo e la pratica, siamo sicuri che anche tu imparerai a prenderti cura al meglio dello splendido mantello del tuo Maltese!

leave your comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Annunci recenti

17
quiz castoro

Quanto ne sai sul castoro?

Scopri quanto ne sai su questo simpatico roditore!!!

1 / 7

In Svizzera i castori ...

quiz castoro

2 / 7

Perché 200 anni fa i castori in Svizzera si sono estinti?
quiz castoro

3 / 7

Dove vivono i castori...

quiz sul castoro

4 / 7

Allo stato selvatico, quanto a lungo può vivere un castoro?
quiz castoro

5 / 7

Di che cosa si nutrono i castori appena nati?

quiz castoro

6 / 7

Come viene anche chiamata la coda del castoro?
quiz castoro

7 / 7

Per quanto tempo riesce a stare sott’acqua un castoro?
quiz castoro

Il tuo punteggio è

The average score is 62%

0%

Crea subito il tuo annuncio!

Prodotti scelti per loro

Privacy Policy Cookie Policy
Android App
Android App